La flessibilità degli impianti di condizionamento nella riqualificazione di immobili di pregio ad uso ufficio

martedì 29 settembre 2020

Molti edifici ad uso ufficio costruiti negli anni '70 e '80 attendono una decisione critica per la loro futura esistenza. Un buon esempio lo si vede a Dusseldorf, in Germania, dove il proprietario di un edificio ha deciso per una riqualificazione completa ´shell & core´, lasciando intatta solo la struttura principale dell'edificio. Il palazzo uffici è stato completamente rinnovato ed equipaggiato con un sistema di ventilazione e condizionamento (HVAC) all'avanguardia, per il riscaldamento e il raffreddamento, offrendo tutta la flessibilità richiesta per soddisfare sia le esigenze gli impiegati che quelle dei tecnici.

Uno dei requisiti più importanti per il proprietario dell'edificio era quello di ottenere una certificazione dall´ente DGNB (Consiglio tedesco per l'edilizia sostenibile). Inoltre, la disposizione dei nuovi spazi per uffici all'interno dell'edificio di dieci piani era sconosciuta al momento della progettazione e richiedeva un alto livello di flessibilità per poter soddisfare i desideri dei futuri affittuari.

Questa incertezza ha posto a ENGIE, l'azienda responsabile dell'intero sistema HVAC dell'edificio, di fronte a una grande sfida da risolvere. In collaborazione con Danfoss GmbH, è stata trovata la soluzione perfetta.

Nell´palazzo sono stati installati un sistema di gestione dell'edificio (BMS) e un insieme di 457 pannelli a soffitto che forniscono agli uffici sia il riscaldamento che il raffreddamento tramite un sistema di distribuzione a 4 tubi. Per il bilanciamento idronico, i pannelli sono dotati di valvole di bilanciamento e controllo indipendenti dalla pressione AB-QM. Si tratta di valvole che forniscono una soluzione idronica ad alta efficienza energetica e sono che utilizzate anche per controllare la domanda di flusso. Per controllare la temperatura ambiente, le valvole sono dotate di attuatori digitali NovoCon®.

Gli attuatori sono collegati direttamente al sistema BMS gestito collegato tramite una rete BACnet e offrono molti vantaggi. L´aspetto più importante è che viene sempre garantita la massima flessibilità richiesta nella configurazione dell´impianto HVAC. In caso di cambiamenti nella disposizione degli uffici, gli attuatori possono essere riassegnati a distanza ad un altro ambiente. Inoltre, i dati del sistema che diventano disponibili per il sistema BMS forniscono una visione dettagliata dello stato e permettono, ad esempio, di adottare una strategia di manutenzione predittiva.

Per ottimizzare la sequenza di riscaldamento e raffreddamento è stato deciso di aggiungere l'attuatore Danfoss ChangeOver6 montato su una valvola a 6 vie. In caso di passaggio dal riscaldamento al raffreddamento o viceversa, l'attuatore NovoCon® assicura un nuovo valore di flusso di progetto e pilota la valvola a 6 vie facendole cambiare posizione, permettendo all'acqua calda o fredda di entrare nel pannello di riscaldamento/raffreddamento.

  • Read the case story document to find out more details and the findings of Dipl.-Ing. (FH) Andreas Velten, project manager for ENGIE.

Related products

  • AB-QM- Danfoss
    AB-QM Valvola di Regolazione Indipendente dalla Pressione (PICV) DN25 - DN250

    Le valvole di bilanciamento e regolazione indipendenti dalla pressione AB-QM (PIBCV) forniscono sia una funzionalità di regolazione che una soluzione di bilanciamento dinamico per sistemi di riscaldamento e raffrescamento HVAC. Le PIBCV sono progettate per vari tipi di unità terminali e offrono un elevato comfort interno ed efficienza energetica in edifici pubblici e commerciali.

  • Attuatore digitale NovoCon® S Danfoss
    Attuatore digitale NovoCon® S

    NovoCon® S Danfoss rivoluziona il modo in cui bilanciamento idronico e controllo HVAC lavorano insieme. I primi attuatori digitali HVAC di questo tipo sono collegati direttamente a un Building Management System (BMS). Ciò consente ai system integrator di progettare soluzioni all'avanguardia per l'internet delle cose (IoT).