Danfoss riduce le sue emissioni costruendo data center ecologici

giovedì 18 febbraio 2021
Data center at the Danfoss headquarters

I data center, cervelli e cuori pulsanti di Internet, consumano enormi quantità di energia. Energia che è necessaria ad alimentare i server, ma anche a raffrescare gli ambienti che li ospitano ed a rimuovere l’enorme quantità di calore che essi generano. Si stima che il 10% di tutta l’elettricità venga utilizzata all’interno dell’ecosistema IT. Ciò rende una priorità assoluta ridurre l’impatto climatico della digitalizzazione. Entro il prossimo anno, la sede centrale di Danfoss avrà azzerato le emissioni di anidride carbonica. Entro il 2024, utilizzando il calore in eccesso, i data center di Danfoss forniranno il 25% del fabbisogno di riscaldamento della sede centrale. “Vogliamo dimostrare che la trasformazione digitale e la transizione ecologica vanno di pari passo”, afferma Sune T. Baastrup, CIO di Danfoss.

In risposta alla crescita esponenziale del consumo di energia dei data center, Danfoss ha deciso di costruire data center che saranno un esempio per i futuri progetti ecologici. Danfoss dispone delle tecnologie per raffreddare i data center in modo più ecologico, per ridurre il consumo di energia al loro interno e per riutilizzare il calore in eccesso per altre applicazioni.

“Raffreddiamo i nostri data center in modo molto efficiente dal punto di vista energetico e recuperiamo e riutilizziamo il calore in eccesso prodotto all’interno dei data center. Questo è ciò che intendiamo per digitalizzazione ecologica”», afferma Sune T. Baastrup, Vice Presidente Senior e CIO di Danfoss Group IT.

Quote from Jurgen Fischer, President, Danfoss Climate Solutions

Data center come centrali elettriche

Le soluzioni utilizzate includono i refrigeratori e le pompe di calore con tecnologia Danfoss Turbocor®, che consentono di raffreddare i data center fino al 30% in maniera più efficiente e di recuperare il calore in eccesso che essi generano.

La decarbonizzazione dei data center inizia dal processo di raffreddamento. Danfoss dispone di un ampio catalogo di prodotti e di competenze per ridurre le emissioni di CO2 dirette e indirette, con l’utilizzo di refrigeranti a basso GWP e soluzioni efficienti dal punto di vista energetico. Le soluzioni tecnologiche di Danfoss sono state ottimizzate per poter funzionare correttamente anche a temperature più elevate, riducendo il fabbisogno di raffreddamento e di conseguenza il consumo energetico.

Inoltre, Danfoss dispone di soluzioni innovative per il recupero del calore. Nei server viene generato calore in eccesso come parte del funzionamento normale di un data center, che solitamente viene disperso in atmosfera. Riuscire a utilizzare tutto questo calore in eccesso per applicazioni di riscaldamento, invece che disperderlo in atmosfera, rappresenta per Danfoss un’enorme opportunità per realizzare una soluzione ecologica che aiuterà l’azienda a raggiungere la sua completa decarbonizzazione globale entro il 2030.

 

Danfoss data centers headquarters
Vogliamo dimostrare che una trasformazione digitale non è in contrasto con la transizione green», afferma Sune T. Baastrup, CIO di Danfoss.

La decarbonizzazione di Danfoss

Per un esempio concreto di questo concetto diamo uno sguardo alla sede di Danfoss a Nordborg, in Danimarca. Nel 2015 veniva riscaldata al 100% con combustibili fossili. Nel 2022 sarà ad emissioni zero di anidride carbonica. Nel 2024, il calore in eccesso riutilizzato dai data center di Danfoss costituirà il 25% della fornitura complessiva di calore per i 250.000 metri quadrati di fabbriche e uffici.

La posizione è un fattore chiave per utilizzare in modo ottimale il calore in eccesso. Il data center sarà vicino al luogo di utilizzo dei dati e nello stesso quartiere si potrà beneficiare del calore in eccesso. Ciò offre l’opportunità di utilizzare sistemi a pompa di calore oil-free per trasformare il data center in fonte di calore. Il calore in eccesso dal data center può quindi essere distribuito agli edifici presenti nello stesso quartiere, contribuendo a ridurre i costi energetici del data center e abbassando le emissioni di gas serra.

Data center at the headquarters in Nordborg
L’anno prossimo, la sede centrale di Danfoss non avrà emissioni di anidride carbonica. E, nel 2024, utilizzando il calore in eccesso, i data center di Danfoss forniranno il 25% del fabbisogno di riscaldamento della sede centrale.

Per un esempio concreto di questo concetto diamo uno sguardo alla sede di Danfoss a Nordborg, in Danimarca. Nel 2015 veniva riscaldata al 100% con combustibili fossili. Nel 2022 sarà ad emissioni zero di anidride carbonica. Nel 2024, il calore in eccesso riutilizzato dai data center di Danfoss costituirà il 25% della fornitura complessiva di calore per i 250.000 metri quadrati di fabbriche e uffici.

La posizione è un fattore chiave per utilizzare in modo ottimale il calore in eccesso. Il data center sarà vicino al luogo di utilizzo dei dati e nello stesso quartiere si potrà beneficiare del calore in eccesso. Ciò offre l’opportunità di utilizzare sistemi a pompa di calore oil-free per trasformare il data center in una fonte di calore. Il calore in eccesso dal data center può quindi essere distribuito agli edifici presenti nello stesso quartiere, contribuendo a ridurre i costi energetici del data center e abbassando le emissioni di gas serra.

 

Grazie agli inverter intelligenti di Danfoss, il monitoraggio basato sulle condizioni e il concetto EC+, i data center possono ottenere prestazioni più competitive e rispettose del clima dai sistemi di condizionamento e ventilazione (HVAC) necessari al loro funzionamento. Utilizzando il controllo a velocità variabile, i convertitori di frequenza assicurano che la capacità di ventilatori, pompe e compressori si adatti alle variazioni di carico che si verificano durante il giorno, la settimana e l'anno.

La capacità di adattamento alla domanda istantanea di raffrescamento garantisce un significativo risparmio energetico e minori emissioni di CO2.  Altri vantaggi significativi per i data center includono una migliore affidabilità e un migliore rendimento energetico (PUE), una maggiore capacità e una migliore protezione delle risorse. Grazie all'esclusiva funzionalità di gestione del calore integrata, i sistemi di controllo a velocità variabile di Danfoss per data center riducono anche i costi energetici e di manutenzione per ottenere un costo totale di proprietà (TCO) ottimale.

Scopri come gli inverter migliorano l'affidabilità e l'efficienza dei sistemi HVAC nei data center: 

Soluzioni per data center

Hai bisogno di sistemi di accumulo dell'energia? Consulta la pagina globale dedicata:

Intelligent power conversion for smart grids

Utilizzando la vasta offerta di soluzioni tecnologiche Danfoss per il riscaldamento e il raffreddamento, è ora possibile realizzare soluzioni efficienti dal punto di vista energetico nella progettazione di data center di ogni dimensione, dai sistemi edge agli ambienti di co-location fino ai data center ibridi. 

Oltre alle soluzioni per chiller raffreddati ad aria e ad acqua, le altre soluzioni di raffreddamento altamente efficienti per data center comprendono sistemi di raffreddamento evaporativo che utilizzano compressori senza olio e pompe ad alta pressione Danfoss.  I sistemi con raffreddamento evaporativo respingono il calore utilizzando l'evaporazione dell'acqua del condensatore.  Questo metodo può offrire una maggiore efficienza in aree con bassa umidità e basse temperature di bulbo umido rispetto a un sistema raffreddato ad aria.

Danfoss è il pioniere nella produzione del primo compressore a cuscinetti magnetici oil-free per il settore HVAC. I compressori Turbocor® di Danfoss utilizzano una tecnologia avanzata per offrire alta efficienza e bassa rumorosità in un ingombro ridotto.  Le prestazioni ai vertici del settore si ottengo grazie all'utilizzo di cuscinetti magnetici oil-free che garantiscono la massima efficienza a livello mondiale senza peggiorarne le prestazioni per tutta la vita operativa del compressore.  I motori a magneti permanenti e gli azionamenti a velocità variabile forniscono un'efficienza ineguagliata a pieno carico e a carico parziale.  Gli azionamenti a velocità variabile forniscono anche un ulteriore vantaggio riducendo la corrente di avviamento, dando la possibilità di ridimensionare i generatori di emergenza.

L'ampia mappa operativa del nuovo compressore Danfoss Turbocor® con capacità SST è ideale per l'impiego nei data center, in quanto offre la flessibilità di generare temperature dell'acqua più elevate per il raffreddamento, fino a 28°C, e in condizioni di funzionamento a bassi rapporti di pressione che si riscontrano comunemente in ambienti a bassa temperatura.  Entrambi gli scenari si traducono in significativi risparmi sui costi e non sono supportati dai tradizionali compressori a vite lubrificati.

Le caratteristiche ottimali dei compressori Danfoss Turbocor® offrono ulteriori vantaggi per gli impianti mission-critical, tra cui una funzione di riavvio rapido fino a 30 secondi dopo il ripristino dell'alimentazione e una bassa corrente di spunto in caso di perdita delle tensione di rete.

Per saperne di più su Danfoss Turbocor®

Soluzioni Danfoss per data center sicuri ed affidabili

Data center più sicuri, affidabili ed efficienti dal punto di vista energetico

Le soluzioni Danfoss per data center includono tecnologie di raffreddamento, antincendio, distribuzione energetica, accumulo di energia e recupero di calore. Scopri quale contributo possano offrire le nostre tecnologie per contribuire ad aumentarne l'efficienza energetica e ridurne l'impatto ambientale.

;