Riduce i consumi di energia per il raffrescamento del 50% grazie a un maggiore utilizzo dell'energia

Il teleraffrescamento fornisce acqua refrigerata per il raffrescamento interno di edifici industriali, commerciali e residenziali tramite una rete di tubazioni a circuito chiuso.

Da un punto di vista funzionale e tecnico, è simile al teleriscaldamento.

Un sistema di teleraffrescamento può ottenere un tasso di efficienza solitamente di 5 o addirittura 10 volte superiore rispetto a quello di un sistema di raffrescamento tradizionale. 

L'acqua fredda usata in un impianto di teleraffrescamento può provenire da fonti libere come l'acqua marina oppure può essere prodotta da fonti come il calore di scarto tramite l'uso di raffreddatori a turbina o ad assorbimento o raffreddatori elettrici. 

Lo sapevi?

  • Il teleraffrescamento è da 5 a 10 volte più efficiente dal punto di vista energetico rispetto al tradizionale raffrescamento delle macchine 
  • Il teleraffrescamento riduce i consumi di energia per il raffrescamento del 50% grazie a un maggior utilizzo dell'energia

Come funziona il teleraffrescamento?

Il teleraffrescamento fornisce acqua refrigerata a uffici, centri commerciali, appartamenti e altri tipi di edifici che necessitano il raffrescamento degli interni.

Attraverso la rete di teleraffrescamento, l'impianto di raffrescamento pompa l'acqua refrigerata verso gli edifici. L'acqua refrigerata entra nei sistemi di raffrescamento dei singoli edifici tramite uno scambiatore di calore. 

Una volta che l'acqua ha raffreddato l'edificio, ritorna all'impianto di raffrescamento a una temperatura maggiore, dove viene nuovamente raffreddata e redistribuita in un circuito chiuso.

L'acqua fredda usata in un impianto di teleraffrescamento può provenire da fonti libere come l'acqua marina oppure può essere prodotta da fonti come il calore di scarto tramite l'uso di raffreddatori a turbina o ad assorbimento o raffreddatori elettrici.

Fornitura di raffrescamento rispettosa dell'ambiente ed efficiente dal punto di vista energetico

Il teleraffrescamento può essere prodotto da risorse naturali locali come l'acqua del mare o da refrigeratori funzionanti a vapore o elettricità, che lo rendono un'opzione rispettosa dell'ambiente. È anche una fonte di raffrescamento affidabile e molto sicura.

Il teleraffrescamento riduce i consumi di energia per il raffrescamento del 50%. Inoltre, può ridurre drasticamente l'uso di elettricità durante i periodi di picco della domanda. Una rete con refrigeratori elettrici per la conservazione del freddo aiuta a ridurre i picchi di domanda di energia per il raffrescamento in una città, spostando la produzione in periodi del giorno o della notte in cui la rete elettrica è meno utilizzata.

Il teleraffrescamento permette un futuro verde

Il teleraffrescamento sta diventando sempre più importante, mano a mano che aumenta l'esigenza di un raffrescamento pulito a livello mondiale.

Solamente in Europa, il 40% degli edifici commerciali e istituzionali dispone di impianti di raffrescamento e tale domanda è in crescita. Al contempo, la riduzione di CO2 rimane una delle priorità a livello politico.

Grazie alla sua combinazione di energie rinnovabili e in eccedenza, il teleraffrescamento emette notevolmente meno CO2 rispetto agli impianti di raffrescamento convenzionali e non emette refrigeranti pericolosi. 

Infografica sul teleraffrescamento

Applicazioni correlate

  • Rete di distribuzione

    Risparmia energia, tempo e denaro nelle reti di teleriscaldamento grazie alle competenze Danfoss, alle sue sottostazioni all'avanguardia, agli scambiatori di calore ed ai componenti di controllo.

  • Teleriscaldamento e teleraffrescamento per gli edifici

    Grazie alle competenze Danfoss in fatto di sottostazioni avanzate, scambiatori di calore e componenti di controllo, potrai risparmiare energia, tempo e denaro nelle infrastrutture di teleriscaldamento.

Strumenti e app

Video