Unità di controllo remoto

  • Panoramica
  • Strumenti e app
  • Domande frequenti
  • Video

In caso di accesso limitato al seminterrato o all'impianto di riscaldamento, il regolatore elettronico (ELC) può essere dotato di un'unità di controllo remoto, ECA 30/31, la quale può essere collocata in qualsiasi punto dell'edificio.

Ciò consente il monitoraggio e il controllo della temperatura ambiente tramite un'interfaccia intuitiva e l'accesso da remoto per svolgere tutte le funzioni del regolatore ECL Comfort.

Le unità di controllo remoto ECA 30 e 30 sono utilizzate per la regolazione della temperatura ambiente e la sostituzione dei regolatori ECL Comfort 210 e 310.

Le unità di controllo remoto sono collegate ai regolatori ECL Comfort tramite due doppini intrecciati per la comunicazione e l’alimentazione elettrica (bus di comunicazione ECL 485).

L'unità di controllo remoto ECA 61 è utilizzata per il controllo della temperatura ambiente e la sostituzione del regolatore ECL Comfort 110. Il DLG è un gateway utilizzato per collegare ECL Comfort 110 con i termostati per radiatori Danfoss Living™.

Caratteristiche e vantaggi

Può essere posizionato in qualsiasi punto dell'edificio.

Consente il monitoraggio, il controllo e un'interfaccia intuitiva del regolatore ECL Comfort

Risparmio minimo dell'11 - 15% sul consumo energetico dell'edificio e riduzione delle emissioni di CO2.

Strumenti e app

Strumenti software

Domande frequenti

Come sono i collegamenti con l'ECA 32?

L'ECA 32 è collocata nella base dell'ECL 310. Comunicazione con l'ECL 310: Una disposizione a 2 x 5 pin maschio sul retro del regolatore ECL 310 si collega alla relativa disposizione a 2 x 5 pin femmina sull'ECA 32 quando l'ECL 310 è posizionato nella sua base.

I sensori di temperatura, gli ingressi a impulsi e le uscite analogiche sono collegati tramite i morsetti 49 - 62. Le quattro uscite a relè si trovano nei morsetti 39 - 46.

L'ECA 32 viene utilizzata solo congiuntamente all'ECL 310 e alle applicazioni che hanno funzioni correlate all'ECA 32.

Inoltre, l'ECA 32 può essere utilizzata come modulo di monitoraggio:
6 ingressi per sensori di temperatura (Pt 1000) ECL 310. Nel display preferito dell'ECA, l'ECA 31 indicherà l'umidità relativa.

Quante ECA 30 possono essere collegate in un sistema Master-Slave?

Massimo 2. Questa limitazione è dovuta al fabbisogno energetico di ciascuna ECA 30.

Come evitare l'influenza della temperatura ambiente misurata dall'ECA 30?

Nella regolazione del circuito di riscaldamento nell'ECL 210 / 310, i parametri 1x182 e 1x183 sono impostati su 0,0.
La T.amb. viene ancora visualizzata.

Che cos'è un ascoltatore, quando si parla di ECL 110, ECL 210, ECL 310?

Un ascoltatore è un controller Slave con indirizzo 0 in un sistema Master-Slave. Un ascoltatore riceve T.esterna, ora e data dal Master. Un ascoltatore non può essere utilizzato con una ECA 30/31.

ECA 30/31 non può comunicare con l'indirizzo 0!

L'ECA 30 sembra avere una reazione lenta.

Quando si carica un'applicazione nel regolatore ECL 210 / 310, la comunicazione tra l'ECA 30 e l'ECL è lenta.
Quando l'applicazione è stata caricata nel regolatore ECL, l'ECA 30 verrà aggiornata e avrà una reazione molto più rapida.

L'ECA 30 / 31 può essere utilizzata insieme all'ECL Comfort 110?

No!
L'ECA 30 / 31 è stata concepita per essere abbinata alla serie ECL 210 / 310.

Come impostare i regolatori di tipo ECL 210 B e ECL 310 B tramite ECA 30 / 31?

Procedura per l'impostazione dei regolatori ECL Comfort (tipi B) con una ECA 30.

Esempio:
3 regolatori, ECL 210 B (senza display e quadrante)
Un Master: Applicazione A266
Due Slave: Applicazione A260, indirizzi 1 e 2.
Una ECA 30.

Richieste:
- Il Master deve inviare T.est. agli Slave
- L'ECA 30 deve essere utilizzata per l'impostazione di tutti i 3 regolatori ECL 210 B.
- L'ECA 30 deve essere utilizzata per il monitoraggio

Si presume che tutti i collegamenti per i sensori, bus ECL 485, attuatori e pompe siano stati eseguiti.
Il sensore di temperatura esterna deve essere collegato alla base del regolatore Master.

Procedura:
1. Non collocare alcun regolatore ECL in nessuna base.
2. Collegare l'ECA 30 al bus ECL485 (tipo di cavo: 2 x doppino intrecciato).

Assicurarsi che le connessioni bus ECL485 condividano il terminale comune (30) e +12 V (31) per tutte le basi con le connessioni A e B dell'ECL485.

3. Inserire nella sua base il regolatore ECL, il quale deve essere indirizzato con il numero di Slave più basso, ad esempio "1".

4. Accendere le unità. Si presume che l'ECL e l'ECA 30 siano nuovi di fabbrica.

4.a. Se il regolatore non è nuovo di fabbrica, procedere come segue:
Nell'ECA 30:
> ECA MENU, > ECA factory > Reset ECL addr. > Reset ECL addr. > "Sì".
Dopo 10 secondi l'ECA ritorna al menu "ECA factory". L'indirizzo dell'ECL è stato impostato su 15. (Vedere le informazioni supplementari "Reimposta indirizzo ECL" alla fine del presente documento).

4.b. Se ECA 30 non è nuova di fabbrica, procedere come segue:
> ECA MENU, > ECA factory > ECA default, > Restore factory, > (Choose factory), > "Sì".
Ciò garantirà che l'ECA disponga dell'indirizzo A e sia collegata all'indirizzo 15, necessario per installare un'applicazione nel regolatore ECL.

5. Inserire la Chiavetta applicazione A260 nel regolatore ECL (lo Slave)

6. Selezionare la lingua

(il tempo di reazione durante le fasi 5 - 11 sembra lento. Questo perché il regolatore ECL e l'ECA 30 non sono completamente sincronizzati).

7. Selezionare l'applicazione (non possibile per A260 poiché esiste un solo sottotipo).

8. Impostare data e ora

9. Selezionare "Avanti"

10. Il display mostra brevemente "Applicazione A260.1 installata".
- l'applicazione viene caricata.
- il display della CCE 30 non è illuminato per 10 secondi.

11. Il display mostra un menu relativo all'applicazione.

12. Dopo 10 - 30 secondi viene visualizzato il menu "Copia applicazione" (la CCE 30 deve conoscere l'applicazione ECL).

- Selezionare "Sì"
(la procedura "Copia" richiede alcuni minuti)

13. (Assegnare allo Slave un numero di indirizzo)
a. Selezionare un menu ECL
b. Selezionare MENU
c. Selezionare "Impostazioni comuni regolatore"
d. Selezionare "Sistema"
e. Selezionare "Comunicazione"
f. Selezionare "Ind. ECL 485"
g. Selezionare "Ind. ECL 485"
- ID = 2048, il valore impostato in fabbrica è "15"
h. Cambiare l'indirizzo con il numero di indirizzo pianificato per questo Slave
i. Dopo 5 secondi, il numero di indirizzo selezionato passa a "0"
j. Dopo altri 5 secondi, il display ritorna a "MENU ECA".
- Inoltre, è presente un'icona di regolatore con una croce.
Ciò significa che non vi è comunicazione tra il regolatore ECL e l'ECA 30. Il Master non è presente sul bus ECL 485.

14. (Prossima impostazione ECL)
Inserire nella sua base il regolatore ECL, il quale deve essere indirizzato con il successivo numero di Slave, ad esempio "2".

15. (Impostare l'ECA per comunicare sull'indirizzo 15)
a. Selezionare MENU ECA
b. Selezionare "Sistema ECA"
c. Selezionare "Comunicazione ECA"
d. Selezionare "Ind. connessione"
e. Cambiare a "15"
L'animazione "inserimento chiavetta" dal regolatore ECL sarà ora mostrata sull'ECA 30.

16. (caricamento dell'applicazione)
Seguire i punti 6 - 13
Se gli Slave 1 e 2 hanno la stessa applicazione (stessa versione e lingua), non è necessario copiare nuovamente l'applicazione (punto 11).

17. (Prossima impostazione ECL)
Inserire nella sua base il regolatore ECL, il quale deve essere il Master (numero indirizzo 15).

18. Seguire i punti 15.a - 15.e

19. Seguire i punti 6 - 12.

20. I regolatore Master ha l'indirizzo 15 di fabbrica, pertanto non è necessario indirizzarlo.

21. L'intero sistema di comunicazione è stato completato.

22. (comunicare con il Master o con gli Slave)
a. Selezionare MENU ECA
b. Selezionare "Sistema ECA"
c. Selezionare "Comunicazione ECA"
d. Selezionare "Ind. connessione a "15" (= Master), "1" (= Slave n. 1), "2" (= Slave n. 2).

Commenti:
La comunicazione con gli Slave è possibile solo se nel sistema è presente un Master (Ind. 15).
Le versioni più recenti di ECA 30 / 31 offrono la possibilità di selezionare il numero di Slave direttamente dal display.

Reimpostare l'indirizzo ECL:
"Reset indirizzo ECL" è una funzione speciale di emergenza in grado di resettare l'indirizzo ECL 485 di tutti i regolatori collegati alla rete ECL 485 su "15" (indirizzo Master). Questa funzione è stata realizzata perché è possibile modificare l'indirizzo del Master lasciando la rete senza Master, interrompendo quindi il funzionamento del bus ECL485. Ciò è fondamentale se il regolatore Master è un regolatore cieco che, per poter essere utilizzato, ha bisogno di comunicare con un ECA 30/31.
Per garantire che la funzione non venga utilizzata a meno che non sia necessario, si fa in modo che il menu "Reset indirizzo ECL" possa essere attivato solo se:

* La modalità Dead Connection è attivata (una sola barra nel menù di navigazione nell'angolo in basso a destra del display dell'ECA 30 / 31).

* Per almeno 25 secondi non è stato ricevuto alcun segnale di trasmissione di sincronizzazione Master.

Una volta attivato il menu reset, l'ECA 30 / 31 invierà per 10 secondi delle trasmissioni pseudo Master per far uscire i controllori ECL da una fase di inizializzazione. L'ECA 30 / 31 inizierà quindi ad inviare i comandi di cambio indirizzo agli indirizzi ECL 485 1-14 (poiché in alcune versioni iniziali di ECL era possibile impostare l'indirizzo a 10-14). Ciò richiede all'incirca 15 secondi. Poiché tutti i regolatori ECL sulla rete ECL 485 acquisiranno il cambio di indirizzo ECL 485 a 15, è preferibile che tutti gli altri regolatori, ad eccezione del controllore Master previsto, siano spenti (o rimossi dalla sua basetta) prima che questa funzione sia attivata. L'intera operazione richiederà all'incirca 25 secondi. Se più regolatori dispongono dell'indirizzo 15, c'è il rischio che entrino in conflitto tra loro. È pertanto necessario controllare manualmente e resettare gli indirizzi ECL 485 dei regolatori Slave dopo aver utilizzato questa funzione.

Video