Termostati autoazionati

  • Panoramica
  • Strumenti e app
  • Domande frequenti

I termostati autoazionati consentono una diminuzione della perdita di calore, una riduzione delle emissioni di CO2 e di conseguenza una maggiore efficienza energetica. La regolazione precisa delle temperature nell'impianto di riscaldamento garantisce un comfort adeguato all'utente finale dell'abitazione. Un'ottima rangeability e tempi di risposta rapidi alle variazioni del fabbisogno di acqua calda sanitaria sono solo alcune delle caratteristiche necessarie a garantire prestazioni di controllo ottimali.

Soluzioni per abitazioni unifamiliari e appartamenti 

I termostati autoazionati per abitazioni unifamiliari e appartamenti sono utilizzati per controllare la temperatura di mandata nelle reti di distribuzione istantanea/accumulo di acqua calda sanitaria e negli impianti di riscaldamento. Grazie alla loro rapida apertura e chiusura, proteggono lo scambiatore di calore dal calcare e garantiscono una lunga durata delle apparecchiature installate nell'impianto.

Nelle reti di distribuzione istantanea di acqua calda sanitaria con piccole variazioni nella temperatura di mandata e della pressione differenziale, è possibile utilizzare i regolatori RAVI che si contraddistinguono per un rapido tempo di risposta. A pressioni differenziali più alte, >2 bar, si raccomanda un regolatore della pressione differenziale (dp) separato. Negli impianti più dinamici, i regolatori AVTQ o IHPT con controllo della temperatura di mandata compensata in base alla portata e pressione differenziale integrata sono la scelta ideale.

Si attivano non appena il rubinetto dell'acqua viene aperto e mantengono una pressione differenziale bassa e costante attraverso la valvola di regolazione termostatica. Regolazione ottimale della temperatura a riposo garantita. Per portate superiori, i termostati AVTB possono essere utilizzati sia per l’ACS istantanea sia per il riscaldamento.

Negli impianti di riscaldamento e ventilazione, Danfoss offre i regolatori RAVK con tempi di risposta moderati, progettati per gli impianti di ventilazione e di riscaldamento.  

Per gli impianti ad accumulo e le applicazioni di serbatoi di acqua calda, Danfoss offre i termostati AVTB, RAVI/RAVK.

Soluzioni per edifici plurifamiliari e commerciali

I termostati autoazionati per edifici multifamiliari e commerciali sono utilizzati nelle reti di distribuzione di acqua calda sanitaria e per limitare la temperatura di ritorno in applicazioni di teleriscaldamento. 

Per i sistemi di accumulo e le applicazioni di serbatoi di acqua calda, Danfoss offre i termostati AVTB, AVT/VG, AFT/VFG2.

In alcune applicazioni, può essere necessario limitare la temperatura di ritorno dai cilindri dell’acqua calda o nei sistemi di riscaldamento per evitare una temperatura di ritorno eccessiva. Questo può essere ottenuto installando un limitatore della temperatura di ritorno di tipo FJV nel tubo di ritorno dal cilindro, o dall'applicazione di riscaldamento. 

In generale, i termostati autoazionati sono utilizzati in impianti con variazioni della temperatura di mandata e pressioni differenziali moderate. Per variazioni nella pressione differenziale più consistenti, si raccomanda di installare un regolatore della pressione differenziale.

I termostati autoazionati sono offerti in formati modulari e sono dotati di funzioni di sicurezza conformi alle norme DIN. 

Caratteristiche e vantaggi

La regolazione precisa delle temperature nell'impianto di riscaldamento garantisce un comfort adeguato all'utente finale dell'abitazione.

In termini di efficienza energetica, il funzionamento ottimale dei regolatori della temperatura consente di ridurre le perdite di calore e quindi le emissioni di CO2.

Un'ottima rangeability e tempi di risposta rapidi alle variazioni del fabbisogno di acqua calda sanitaria sono solo alcune delle caratteristiche necessarie a garantire prestazioni di controllo ottimali.

Strumenti e app

Guida alle applicazioni

Domande frequenti

Per quale tipo di applicazione abbiamo bisogno di un termostato veloce?

Produzione istantanea di acqua calda sanitaria.

Cosa succede in un'applicazione di riscaldamento quando un termostato autoazionato subisce una perdita?

La valvola si aprirà completamente.

Quale dei seguenti tipi di valvole può essere utilizzato per applicazioni a vapore: VG - VGU - VGU - VGS?

Il tipo di valvola "VGS".

Quale dei seguenti materiali ha la più alta resistenza alla corrosione: Ottone - Ottone DZR - Rg5 (bronzo)?

Rg5 (bronzo)

Qual è la massima pressione differenziale di chiusura del termostato RAVI con valvola RAV/8?

È di 0,8 bar.

Qual è la posizione del sensore RAVK richiesta?

Non ci sono limitazioni. Il sensore può essere posizionato in qualsiasi posizione.

Qual è la definizione della banda P del termostato autoazionato?

Oscillazione di temperatura da valvola chiusa a valvola completamente aperta.

Qual è la definizione di xP del termostato autoazionato?

Oscillazione di temperatura da valvola chiusa al dimensionamento Kv/dim.

Perché il termostato / valvola AVTB può chiudersi a fronte di una pressione differenziale di 10 bar?

Il cono valvola è a pressione bilanciata.